Cerca nel blog



UN CORDIALE BENVENUTO NEL SALOTTO VIRTUALE DEI CULTORI DELL'ICONOFILIA, LO STUDIO ED IL COLLEZIONISMO DEI SANTINI E DELLE ANTICHE IMMAGINI DEVOZIONALI





lunedì 5 novembre 2012

Iconofilia e Cultura: al verso delle belle Immagini devote incise a bulino su rame dai grandi Incisori Italiani: le dure condizioni di vita e sprazzi di viva e commuovente umanità nell'Opera INCIDERE PER I REMONDINI di Vittoria Gosen

 
 
L'Opera di Vittoria Gosen pubblicata dall'Editore Tassotti
Bassano del Grappa-1999  
 
 
Nel travagliato periodo a cavallo tra la fine del secolo XVIII e l'inizio del XIX, politicamente caratterizzato dall'occupazione napoleonica e dalla raffica di confische da essa derivanti inflitte alla Chiesa di Roma nel suo prezioso Patrimonio iconografico ed artistico di inestimabile valore storico e culturale, rapide e tormentate si scandiscono le vite di quella lunga schiera di Artisti-Incisori legati professionalmente, in modo diretto o autonomamente (con saltuarie mansioni di collaborazione) ai più illustri Stampatori Italiani del 1700: i Remondini di Bassano del Grappa.
 
 
Inedita indagine di elevato interesse storico-culturale, l'Opera della Studiosa Veneta Vittoria Gosen analizza con criterio scientifico e squisita sensibilità di Storica, il lacunoso e di non sempre facile interpretazione carteggio privato -conservato presso il Museo Remondini di Bassano del Grappa- intercorso tra i più noti Incisori Italiani del Secolo dei Lumi e la celeberrima Ditta Veneta produttrice delle Stampe note in ogni parte del Mondo allora conosciuto.
 
 
Da Suor Isabella Piccini ad Antonio Baratti, dal Giampiccoli al Bonato, senza tralasciare gli Artisti minori che, seppur in maniera marginale e discontinua, ebbero rapporti di lavoro con la Ditta Giovanni Antonio Remondini, si dipanano agli occhi dello Studioso così come del colto Cultore di antiche Immagini devote istanti di vita salienti ed autentici, spesso caratterizzati dall'affanno e dalla frustrazione causata dalle retribuzioni basse e quasi sempre inique rispetto al duro lavoro svolto, condite da espressioni dirette e genuine nel bellissimo dialetto Veneto.
 
 
Chiave di lettura appassionante ed indispensabile per l'approfondimento dei veri Protagonisti dell'incantevole Mondo abitato dai Santi celebrati nelle nostre antiche, amate Immagini devote, l'Opera INCIDERE PER I REMONDINI - Lavoro, denaro e vita nelle lettere degli incisori a un grande editore del'700 - edito da TASSOTTI EDITORE in Bassano del Grappa (1999) nelle sue 143 pagine, con belle tavole di stampe Sacre Remondiniane a colori e in B/N, apre per la prima volta una finestra sul Veneto del 1700 e sulle difficili condizioni di vita dei nostri Incisori più amati.
 
 
Sempre pochi i soldi in tasca, il lungo e rigido inverno Veneto trascorso ad incidere rami a bulino in case buie, freddissime e tutt'altro che confortevoli, con canoni d'affitto elevati da pagare a scadenza, l'enorme e di certo non secondaria preoccupazione nel reperire in Italia bulini- i migliori erano quelli di fattura Inglese- all'altezza delle sempre più esigenti richieste del Committente-i Remondini- l'umile ma pur sempre dignitosa deferenza nei confronti del grande Stampatore Bassanese: questi i colori, talvolta grevi ma sempre autentici di spaccati di vita di questi grandi Artisti il cui nome compare spesso nel margine inferiore dei nostri più bei Santini a incisione.
 
 
Nel bellissimo Lavoro di Vittoria Gosen insieme agli Artisti del rame riemergono vivaci dall'anonimato e dall'oblìo dei secoli trascorsi nomi e caratteri di Personaggi e Figure modeste ma fondamentali come quella del calderer- l'artigiano che dalla fusione del rame realizzava le famose lastre su cui poi incidevano gli Artisti - i rami cosiddetti- e molti dei nomi degli Agenti al soldo dei Remondini disseminati per tutto il territorio nazionale, con l'incarico di intermediazione tra Committente ed Incisori.
 
 
Un'Opera unica nel suo genere che non può mancare nella nostra personale Biblioteca.
 
Un grande lavoro di ricerca e attento confronto per, a distanza di circa 300 anni, far riconquistare la scena- in memoriam -ai grandi Incisori Veneti ed Italiani in genere che prestarono la propria opera ai Remondini.
 
 
Il Libro è disponibile ed ordinabile direttamente on line presso l'Editore Tassotti di Bassano del Grappa: http://www.tassotti.it/
 
Paola Galanzi


Nessun commento:

Posta un commento