Cerca nel blog



UN CORDIALE BENVENUTO NEL SALOTTO VIRTUALE DEI CULTORI DELL'ICONOFILIA, LO STUDIO ED IL COLLEZIONISMO DEI SANTINI E DELLE ANTICHE IMMAGINI DEVOZIONALI





mercoledì 1 giugno 2011

Iconofilia e Cultura: Quando la devozione popolare diviene ispirazione per creare autentiche Opere d'Arte in miniatura:Theodoor van Merlen e i suoi "Blütenornamente"


ANGELVS CVSTOS
Straordinaria e rarissima Incisione a bulino su rame, colorata a mano e resa UNICA dall'applicazione à collage di sete, velluti e damaschi pregiati sulla ricca decorazione floreale- in lingua Tedesca Blütenornamente- tipicamente Barocca.
Incisore: Theodoor van Merlen
Anversa, sec.XVII

Collezione privata Dott.Theo Breugelmans

L'Immagine che oggi, grazie all'entusiasmo ed alla generosa, costante Partecipazione al mio Blog del caro Amico e raffinato Collezionista Dr.Theo Breugelmans, presento a tutti Voi, cari e stimati Amici e ai Benvenuti, casuali Lettori, rappresenta un inedito e straordinario unicum nel pur vasto ambito delle ricercate Incisioni a bulino su rame stampate sulla nobile pergamena: un'incisione Fiamminga di dimensioni straordinariamente piccole- misura infatti cm.4,5 x 6,5 - incisa con magistrale perizia e realizzata nei minuscoli dettagli decorativo-ornamentali con meticolosa precisione dall'illustre Incisore Anversano Theodoor van Merlen (Anversa,1609-1659) nel secolo XVII.

E' noto ai Cultori delle Immagini devote come, sin dal secolo XVI, prevalentemente in ambito conventuale, Suorine e Monaci si distinsero nella realizzazione paziente ed assai curata di meravigliose Immagini di Santi e di Madonne, realizzate rigorosamente a mano ed eccezionalmente enfatizzate nella loro straordinaria armonia e delicata bellezza da creative applicazioni "à collage" di minuscole porzioni di scampoli di pregiati damaschi e broccati intessuti di luminosi fili d'oro e d'argento e persino di piccoli pezzettini di paglia con spettacolari variazioni cromatiche, abilmente adattate dalla mano umana per "vestire", nel modo più leggiadro ed elegante ,le Immagini suddette.
                                       
Sorella minore, ma sicuramente assai più rara e dunque molto più pregiata, delle famose Incisioni "habillées" cosiddette, con i Santi in esse celebrati "vestiti" con accuratezza e fine gusto estetico, tale variante di Immagine devota è, ed a tutti gli effetti rappresenta, un'ulteriore e ben più rara tipologia, caratterizzata appunto dall'esaltazione tipicamente Barocca,documentatamente in voga fino alla prima metà del secolo XVIII, degli elementi floreali in essa presenti, con un evidente duplice intento da parte degli Artisti, laici Incisori ed abili Conventuali, di sottolineare l'Omaggio devoto al Santo rappresentato ed al tempo stesso ingentilire ed impreziosire ulteriormente la Sacra Effigie cui affidarsi e rivolgere con Fede sincera le proprie, accorate preghiere.

Geniale creazione recante l'inconfondibile firma dell'indiscussa ed ovunque in Europa assai apprezzata Arte Popolare tipica delle Fiandre, inaugurata dal grande Incisore Abraham van Merlen (morto nel 1660), nel corso di un secolo vide succedersi i nomi di intere generazioni di Artisti- Incisori quali i Galle, i de Man, Petrus Clouwet, Cornelis ed il nostro Theodoor van Merlen.


ANGELVS CVSTOS- Suggestivo dettaglio della decorazione floreale "vestita" di preziose sete, velluti e damaschi.

Figlio di Abraham, formatosi, giovanissimo, presso l'emerita Bottega del celebrato Artista-Incisore Adrian Collaert, fratello maggiore del non meno stimato Cornelis, cresciuto, a sua volta, tra lenti e bulini nella Scuola del rinomato Frederik Bouttats e scomparso nel 1723, Theodoor van Merlen firmò molteplici rami con splendide rappresentazioni a carattere prevalentemente religioso-devozionale, che vennero da lui stampate su carta e su pergamena e commerciate con grande successo in tutta la Regione Fiamminga, in Olanda e nell'estesa e Cattolicissima regione meridionale della Baviera, in Germania.

Le nipoti di Theodoor, figlie del cugino in primo grado di questi, lo stimato Pittore Jonas van Merlen (Anversa, 1611-1655), Costanza I, Costanza II (morta nel 1706) e Susanna Maria, proseguendo la chiara e consolidata fama della Famiglia nella natia Anversa, aprirono anche a Parigi, nella celebre Rue Saint Jacques, tradizionalmente sede dei più noti Stampatori ed Editori di Immagini devozionali, una nuova Stamperia atta anche a punto di vendita per le belle e pregiate Immagini da loro prodotte.


Theodoor van Merlen
diede lezioni della meravigliosa Arte dell'incisione a bulino su lastra di rame negli anni 1643/44 presso la sua Bottega in Anversa, storicamente sita nella centrale Korte-Nieuwstraat, ad un giovane Fiammingo, intelligente ed abile apprendista, sposatosi con rito Cattolico nel 1666 con Jacoba Bouttats, figlia di Frederik, e destinato ben presto- appena un anno dopo il tirocinio, nel 1645- anch'egli a chiara fama di Maestro Incisore nel ricco e straordinariamente affascinante mondo dell'Arte Popolare Fiamminga: Petrus Clouwet.


Tale innovativa ed assolutamente originale creazione, ideata per la prima volta dal genio artistico di Theodoor van Merlen nella celebre Stamperia di proprietà della Famiglia in Anversa ed applicata sulle belle Immagini destinate alla devozione popolare, si diffuse presto ed ovunque in Europa, divenendo apprezzata ed assai ricercata con la specifica denominazione di Blütenornamente, ovvero "a decorazione floreale".


Rare, per non dire rarissime, le belle Immagini devote con decorazione floreale in rilievo, sono oggi particolarmente ricercate dal colto Cultore di antichi Santini, mantenendosi saldamente stabili su importanti quotazioni in seno al Mercato Antiquario cartaceo internazionale.


Paola Galanzi


Nessun commento:

Posta un commento