Cerca nel blog



UN CORDIALE BENVENUTO NEL SALOTTO VIRTUALE DEI CULTORI DELL'ICONOFILIA, LO STUDIO ED IL COLLEZIONISMO DEI SANTINI E DELLE ANTICHE IMMAGINI DEVOZIONALI





lunedì 24 maggio 2010

Immagini devozionali rare e preziose dedicate a Maria


Incantevole sequenza di rari e preziosi Santini e Immagini devozionali dei secc.XVII-XVIII e XIX, dedicati alla Madonna

raffinata selezione tratta dalla Collezione privata Lucio e Patrizia Grandi

I Collezionisti di Santini e Immagini devozionali sono Creature speciali, dotate di una sensibilità rara e particolare e come le farfalle, di grandi ali colorate per volare......

Paola Galanzi


A m'arcord.....(Io mi ricordo)

Questo mese, maggio, è il mese dei fiori, in particolare delle rose e dei Rosari in onore della Madonna.
Lontani ricordi di quando bimbo, poi adolescente e ragazzo, nel piccolo paese dove abitavo, in fondo al viottolo di campagna all'incrocio con la via principale rischiarata appena dalla luce fioca di un piccolo lampione, si trovava una "Maestà" (piccolo altarino viario dedicato alla Madonna) che all'imbrunire veniva illuminata da tanti ceri e lumini portati ed accesi al momento….. Ricordo allora gli anziani del paese e della campagna circostante che per l’ occasione si radunavano, la maggior parte con la seggiolina al seguito, accompagnati da una gaia frotta di bambini schiamazzanti…...
A quel tempo eravamo tanti, e davamo così tutti insieme inizio al Rosario. Il tempietto votivo era nel mese di maggio un tripudio di fiori di campo, molte le rose, e alcuni mazzolini ben composti con inserito tra le foglie un Santino con la preghiera alla Madonna; qualcuno lasciava scritto di suo pugno un pensiero lì per lì, al momento……
Il piccolo viottolo e la strada erano costeggiate di cespugli di biancospino, lavanda e rose selvatiche, nell'aria il profumo era intenso. Noi ragazzini non si aspettava altro che il termine del Rosario e quando l’ atteso momento arrivava, come premio, i più composti ricevevano una caramella.
Le litanie, i canti ed il premio: poco ci importava a noi ragazzini tutto questo perchè il nostro unico motivo per essere lì era “ il dopo ", ”le ragazzine" e l'inizio, insieme a loro, dei giochi spensierati: "nascondino" era in primis il gioco da noi tutti preferito….. Siepi e cespugli nella penombra della sera divenivano per noi l'habitat ideale e più divertente!
Qualcuno tra noi si dedicava all'inseguimento delle lucciole e solo i più "scafati " alla cattura dei maggiolini; questi ultimi avevano da parte loro un unico scopo: dopo la “cattura ,” i poveri maggiolini venivano lanciati addosso alle ragazzine cercando con abilità di farli aderire con le loro zampette adunche alle magliette……… naturalmente, con grande ed innocente divertimento e gioiose corali risate, mirando al “posto giusto” !.......
Gli anziani intanto, seduti a gruppetti, con il loro parlare grosso e fitto , con la coda dell’ occhio ci controllavano.
Il giorno di S. Rita, in lontananza, giungono dalla piccola Chiesa i canti in suo onore……
In quel giorno, come allora, si benedicono le rose, che a piccoli mazzetti i fedeli portano con sè, ma oggi non c'è più il Rosario alle "Maestà" delle piccole vie, non si sentono più nell'aria i profumi intensi dei fiori, sono scomparse le lucciole ed anche i maggiolini…. Non avverto oggi più nel mio paese, diventato grande, le grida gioiose del ragazzini che giocano e si rincorrono dopo il Rosario, nascondendosi tra i cespugli profumati di biancospino, ma ancora vivo e forte è dentro di me il ricordo bello e la nostalgia di quello che era allora il mese di Maggio……a m'arcord.....

Lucio Grandi

10 commenti:

  1. Collezionista Milanese24 maggio 2010 13:56

    da bambino vivevo anch'io in un piccolo paese della Val Padana e condivido con il signor Lucio i nostalgici ricordi.
    Come cambiano i tempi...
    Molto bello l'Amarcord.Grazie al Signor Lucio per la sua bella testimonianza e complimenti per i suoi santini davvero notevoli.
    Alberto

    RispondiElimina
  2. Lucio e Patrizia Grandi24 maggio 2010 23:41

    Quale grande sorpresa ci avete fatto, abbiamo visto e rivisto il filmato, questa volta a tutto schermo, come per vedere qualcosa di nuovo e di inedito sfuggito prima, ci siamo emozionati, tutto questo "non è ringraziabile",
    Devo ammettere che mi ha fatto piacere e sono felice vedere, che ciò che conservo con cura ben ordinati all'interno di lindi album, e che gelosamente sottraggo alla vista e curiosità dei più, ora, in questa prestigiosa vetrina ritornano, con grande mia soddisfazione alla "vita".
    Questo è il grande merito di Paola Galanzi che con immensa passione, sapiente competenza, dedizione e cura permette agli appassionati "collezionisti" tutto questo. Ancora grazie di cuore
    da Lucio e Patrizia

    RispondiElimina
  3. grazie alberto, non siamo solo noi due della pianura padana a ricordare "a m'arcord" "io mi ricordo", pur essendo il termine romagnolo il grande Fellini lo ha reso italico, sono certo che tanti, molti altri come noi avrebbero molte rievocazioni in chiave nostalgica sul tema da raccontarci.
    lucio

    RispondiElimina
  4. Desidero pubblicamente ringraziare i cari e Stimati Amici Lucio e Patrizia Grandi per la costante, generosa e preziosa loro Presenza sul Blog: oltre a deliziarci tutti con la bellezza delle rare e raffinate Immagini devozionali della loro privata Collezione, Lucio ha permesso a noi tutti con il suo bellissimo A m'arcord di vivere nostalgiche memorie e respirare anche noi il delicato profumo del biancospino e delle rose selvatiche....GRAZIE LUCIO, sei davvero uno Stimatissimo Amico !
    Un caro Saluto da me e Renato a te e a Patrizia,
    Paola

    RispondiElimina
  5. Soddisfa gli occhi e il cuore la bella sequenza di preziose immagini di Maria che Lucio e Patrizia Grandi ci hanno proposto nel mese della Madonna!
    Ringrazio loro e....la "solita" Paola che promuove e cura queste chicche del suo blog!
    Mi compiaccio che i due collezionisti constatino quanto è gratificante che i propri "pezzi" siano ammirati da un più vasto pubblico piuttosto che rimanere chiusi in "lindi album", promuovendo così, anche tra neofiti o "ignoranti", la conoscenza di questi piccoli capolavori!
    Complimenti al sig. Lucio anche per il suo Amarcord, una coinvolgente e gustosa pagina di testimonianza del bel mondo che fu!

    RispondiElimina
  6. Stefano Fasoli27 maggio 2010 18:14

    Innanzitutto i miei complimenti a Lucio e Patrizia per la galleria di meravigliosi santini che ho potuto gustare più volte (a tutto schermo), vedendo queste immagini credo di poter capire che preziosa e bella collezione possiate avere.
    Poi ancora grazie per la bella pagina di un tempo passato, legato alle nostre tradizioni popolari, però con una bella notizia per voi, i maggiolini e le lucciole da alcuni anni sono tornati a farsi vedere...
    un saluto
    Stefano

    RispondiElimina
  7. Sì, cari Lucio e Patrizia, Stefano ha terminato il suo commento come anch'io volevo fare a proposito delle lucciole! Infatti ogni anno, nelle sere d'agosto, il mio giardino si trasforma come per incanto in un cielo stellato!
    Per curiosità: ci sono cose interessati sulle lucciole sul "Cerca con Google"

    RispondiElimina
  8. Stefano grazie dei complimenti ci fanno piacere ma devo deluderti la nostra collezione è ancora modesta, abbiamo amore e passione e l'intenzione di farla crescere. bella notizia il ritorno delle lucciole e maggiolini, restiamo in trepida attesa nella speranza che con loro ritornino altre belle cose che questa società sta trascurando, e perderà per sempre. un cordiale saluto da lucio e patrizia

    RispondiElimina
  9. grazie mario del plauso, sì devo ammettere, che questa vetrina nella quale Paola permette a tutti noi l'esibizione dei nostri santini all'ampia platea mi piace, mi da soddisfazione pensare che molte altre persone hanno, in un sol colpo, la possibilità di venire a conoscenza e a contatto, anche se virtuale, ma questo mi rassicura di più, con queste piccole opere d'arte. mi auguro che molti altri lettori e collezionisti partecipino a questo splendido salotto che Paola ha messo a disposizione. "come le stelle sono nel cielo, le lucciole sono le stelle della terra". come hai suggerito ho letto su google un interessante e simpatico articolo a firma di Gianumberto Accinelli "Conserviamo energia per amore". buone cose a tutti. saluti lucio un saluto anche da patrizia che ringrazia e si gongola:

    RispondiElimina
  10. Maria Giovanna Ruscito29 maggio 2010 14:49

    Lo ritengo anch'io. Occorre essere dotati di spiccato e sensibile "rigore", di una spiritualità eccellente e di profonda commozione. Grazie di cuore,
    Maria Giovanna

    RispondiElimina