Cerca nel blog



UN CORDIALE BENVENUTO NEL SALOTTO VIRTUALE DEI CULTORI DELL'ICONOFILIA, LO STUDIO ED IL COLLEZIONISMO DEI SANTINI E DELLE ANTICHE IMMAGINI DEVOZIONALI





giovedì 16 giugno 2016

S.MARIA INTERCEDITRICE DI GRAZIE DEI PP.TRINITARI IN PORTA CAVALLEGGERI-ROMA


Altre denominazioni: Santa Maria Santissima Interceditrice di Grazie alle Fornaci
La chiesa sorge fuori Porta Cavalleggeri, nell’omonima piazza alle pendici del Monte del Gallo, in una zona fino agli inizi del secolo scorso isolata dalla città e caratterizzata dalla presenza di numerose fabbriche di laterizi. 
L’inizio del culto dell’immagine mariana venerata sull’altare maggiore, comunemente detta Madonna delle Fornaci, si deve all’intraprendenza di Giuseppe Faraldi prete di San Salvatore in Lauro e predicatore di successo nella Roma della fine del XVII secolo. 
Egli commissionò l’icona al pittore Gilles Hallet per esporla durante gli esercizi spirituali e promosse l’erezione di una cappella rurale a lei dedicata, i cui lavori si conclusero nel 1689. Cinque anni dopo furono gettate le fondamenta dell’attuale chiesa, terminata, insieme all’annesso Collegio, nel secolo successivo quando, a partire dal 1720, fu affidata all’ordine missionario dei Trinitari. 
Vi si celebra il 12 settembre il Santo Nome di Maria. Parrocchia dal 1850 la chiesa dipendeva in precedenza dalla vicina San Michele Arcangelo (o più comunemente S. Angelo) del Torrione alle Fornaci, demolita nel 1849 a causa degli avvenimenti bellici che interessarono la zona durante la Repubblica Romana.
 (Tratto da documento dell'Autore Tommaso Caliò) 





Paola Galanzi

Nessun commento:

Posta un commento